Da quella vetrina ci sarò passato migliaia di volte, fin da piccolo. L’insegna era sempre quella. Forse è cambiata un po’ nel tempo, ma il nome che riportava era sempre lo stesso.

È strano perché fino a quando non ci ripensi non ti rendi conto di quante volte ci sei passato davanti, senza mai darci peso, senza pensare a quante persone lavorassero all’interno di quelle vetrine, per creare quel marchio che tutt’ora fa parte della storia di quella famiglia.

Anno dopo anno, stagione dopo stagione

Marito e moglie sono stati affiancati da un giovane, che mostrava la stessa passione, la stessa voglia di trasformare le emozioni in creatività, facendo tesoro dell’esperienza tramandata, con il coraggio di “azzardare” nuove intuizioni.

Ci sono passato tante altre volte negli anni, fino a quando sono entrato per la prima volta in quel negozio.
Quel giorno dovevo proprio entrare.

Deve essere stato un segno del destino, ma quel giorno mi stavano proprio aspettando. A braccia aperte.

Un momento delicato in cui si voleva fare un passo in più verso il nuovo, insieme alle magnifiche persone che come me avrebbero fatto parte di questa avventura.

Non significa cancellare propria storia, anzi.

Bisogna far tesoro dell’esperienza per trasformarla in un qualcosa di nuovo, di più grande.

CAMBIAMENTI

Oggi è il giorno.

Il cartello non è solo un’informazione, ma un ringraziamento a tutte le persone che negli anni ci hanno supportato e dato fiducia, sapendo che questo non è solo un negozio di mobili, ma un complesso intreccio di persone che

per sempre saranno legate dall’amore che è stato trasmesso ai clienti tramite il legno di cui è fatto l’arredamento.

Trasferirsi non significa lasciare.
Significa che quell’amico che prima stava dall’altra parte del pianerottolo ora si è spostato di un paio di chilometri, per non allontanarsi troppo dalle proprie radici.

Vi aspettiamo presto per questa nuova ed emozionante avventura insieme.