Non ci sta!


|

È un grande momento per i mobili.

Le case si vendono, nel territorio del bolognese c’è tanto “nuovo” e di conseguenza spesso ci si rapporta con un tipo di progettazione che definirei ideale, poiché ci si trova nella condizione di poter plasmare lo spazio in base a come si è.

È una libertà immensa, ma professionalmente corrisponde a una grande responsabilità. Bisogna ricordarsi che non è casa propria e che l’ascolto fa la differenza sulla progettazione di una casa per la vita.

Con queste premesse sabato accogliamo un cliente che probabilmente capita anche un po’ per caso dalle nostre parti e, accattivato dalle vetrine, entra per chiedere informazioni.

Si trova a parlare con un mio collega, che ritengo la persona più preparata in materia di spazi e mobili che abbia mai conosciuto. Ascolta la coppia per diverso tempoore.

Rimangono in ufficio ben oltre l’orario di lavoro perché lui è così: risolvere una sfida non è sufficiente.

Ascolta, si fa spiegare quali sono le idee di composizione, fa qualche proposta che non sembra essere recepita a dovere, quindi si appunta tutto sul taccuino.

Purtroppo data la “casualità” del passaggio non sono provvisti delle misure e a memoria proprio non ricordano le dimensioni, ma sono convintissimi di quella composizione, quindi si lasciano con la promessa che il giorno lavorativo successivo avrebbero mandato le planimetrie della casa per lavorare sul progetto.

Così è stato.

Nel nostro studio si lavora molto spesso d’équipe, difficilmente un progetto nasce e finisce con un solo progettista, quindi ci mettiamo al lavoro.

Le piantine sono corrette e ci siamo accorti che seguiamo già altre 2 villette in quell’intervento, ma le idee dei clienti proprio non ci stanno.

 "Turrini Mobili & Architettura - a misura della tua casa" è un marchio registrato di
Turrini e Boldrini s.r.l. - CF: 03844400378 - PIVA: 00668181209 - R.E.A. BO 321195 - tel. 051.757266